Giornata mondiale della gentilezza: un omaggio per te. Ordine minimo 80€.
Assistenza Whatsapp +39 340 592 8835
media
Come sopravvivere alle cene e ai pranzi natalizi
20 12 2023

Il momento di sedersi a tavola per il cenone di Natale è quasi arrivato.

Rinunciare ai piaceri della tavola durante le feste è praticamente impossibile e astenersi dalle golosità natalizie è quasi controindicato se si vuole godere al meglio delle festività di fine anno. Ma, anche a tavola, come nella vita, dietro le esagerazioni può nascondersi una minaccia.

Ecco dunque, per voi, un piccolo vademecum su come sopravvivere alle cene e ai pranzi natalizi:

Mangiare lentamente

Solo masticando lentamente potrete gustare i veri sapori del vostro piatto, oltre a favorire il raggiungimento del senso di sazietà.
Dopo esserci seduti a tavola, nell'attesa delle portate conviene sorseggiare un bicchiere d'acqua ed evitare di riempirsi di pane e di altri carboidrati.

Non saltare i pasti

Una regola da rispettare se non si vuole rischiare un calo di zuccheri o un attacco di fame improvvisa. Cercate di fare sempre cinque pasti al giorno: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena. In questo modo eviterete di arrivare affamati ai pasti e di mangiare più del necessario. La colazione è fondamentale: può essere abbondante, ma sana. Preferite, ad esempio, della frutta fresca, latte o yogurt con fibre e cereali, fette biscottate integrali con marmellata (meglio se fatta in casa).

Pasti delicati dopo quelli importanti

Dopo i pasti più sostanziosi occorre puntare a portate più leggere, magari ricche di verdure crude e vegetali drenanti e depurativi. Basterà prevedere, per ogni giornata di festa, una giornata alimentare “di magro” che avrà la funzione aiutare fegato e reni a smaltire le tossine in eccesso. L’organismo ne sarà grato, riducendo i tipici effetti collaterali post pranzi e cenoni, quali pesantezza, sonnolenza e stanchezza ingiustificata.

Centellinare i dolci avanzati

Panettone o pandoro? Meglio limitare entrambi ad una sola porzione, preferibilmente la mattina a colazione.

Bere molta acqua

Bere fa sempre bene, ma sarà ancora più importante farlo durante le feste, al fine di smaltire la ritenzione idrica tipica delle pietanze più saporite. Non solo acqua, ma anche tisane con erbe drenanti e depurative, non zuccherate.

Sì alle tisane digestive

Le difficoltà causate dalla digestione vanno combattute bevendo una tisana calda (ma non bollente) dopo un pasto. Tra gli ingredienti suggeriti menta piperita, anice stellato, liquirizia e zenzero.

Mantenere uno stile di vita attivo

L'attività fisica resta fondamentale, anzi andrebbe essere intensificata approfittando del maggiore tempo libero. Camminare a passo veloce ogni mattina per almeno 30-40 minuti, aiuta a limitare i danni dei pasti abbondanti.

Commenti: 0
Nessun commento
Lascia un commento